gerenzanoforum.it

La piazza di Gerenzano dal 2002

Articles

Immobili, fine del boom, prezzi in calo nei prossimi anni (2006)

 

Un rapporto della Gabetti uscito in questi giorni fotografa il mercato immobiliare italiano e ne traccia le linee guida per il prossimo futuro.

E’ un rapporto importante perche’ fatto dalla “Gabetti”, parte in causa e pertanto affidabile ma molto ottimistica (chiedereste voi a un panettiere se il suo pane e’ buono?).

In sintesi il rapporto dice che il valore degli immobili sono aumentati del 40% dal 1998 ad oggi, i prezzi delle case sono saliti nel 2005 di appena il 2% (+3,4% le zone cittadine di pregio), mentre le compravendite sono cresciute del 3%. Dati apparentemente positivi se comparati con gli anni precedenti e se si considera che i tempi di vendita si sono allungati, i compratori ottengono sconti sempre più alti (12%) e gli affitti sono in deciso calo. Nel 2006 le compravendite sono previste in calo del 2,2% e -3,6% nel 2007, mentre i prezzi mostrano "una progressiva tendenza alla crescita zero" che si trasformerà in una contrazione nel 2007 per arrivare a un -5,8% nel 2008.
Il rapporto e' decisamente piu' pessimista di quello che vi ho riportato appena tre mesi fa nel: Il picco dell'espansione edilizia e Gerenzano

Anche i potenziali compratori, secondo Gabetti,  non saranno piu’ gli stessi degli anni scorsi, ma aumenteranno le famiglie di immigrati che richiederanno abitazioni non di lusso nell’interland delle grandi citta’ e nelle campagne vicino ai centri urbani.

Secondo me la bolla speculativa sugli immobili e’ finita anche nelle campagne vicino ai centri urbani (dove forse la Gabetti ha ancora molte case invendute e per questo asserisce che c’e’ ancora un potenziale mercato). L’area della Deangeli e Nivea sono ancora cosi’ appetibili per massicci interventi edilizi? Ne ho seri dubbi.

P.A. Gianni  (19 Febbraio 2006)