16September2019

gerenzanoforum.it

La piazza di Gerenzano dal 2002

You are here: Home Storie Dialetto Le osterie

Le osterie

LE OSTERIE

 Erano forse quelle
che davano piu' allegria

bevute di vino
sotto il porticato

si giocava alle carte
il gioco delle bocce

il piattello la mora
la piccola, la grande

erano tutti in compagnia
in pace e così sia.
 

USTERIE DEL TEMP PERS

 

Le usterie del temp pasà nei paes

e circundari nasan a metà ottocent

nei post e nei temp divers,

le usterie diventan ritrov di cuntadit

e uperari che giugan a cart, rufianà

cunta su i stori de quest chi

de quel là, ma anca ritrov da mutua

assistenza, nella cuperativa cattolica

in piazza della gesa, quand muriva

per malattia la vaca i soci cumpravan

i toc de carna e risarcivan oul

proprietari che al g’ha vu la disgrazia,

la solidarietà la gh’era anca chi mument

non felici di vita cuntadina, l’era

anca ritrov de mangià a non finii

anafiàà con oul vin ross a fium.

Me ricordi oul Giuvanin quand

al vigneva a cà dall’usteria

bele cioc dopu aver fà 5 o 6 tom

al duveva mung la vaca e feu dalla stala

gh’era già la i donn ad aspetal con in man

la ramina dul lac, al stava pù in pèè,

quand al se setava giò per mungiala al burlava

là lu e la sidela, ga tucheva la dona

a vigni giò e mungiala per dag oul lac ai donn.

Dopu i an ‘70 le usterie vegnan sarà,

nasan i bar, caffè, thè, paninotec,

pasticcerii, risturant e vari.

 

Mauro Moretti