12December2019

gerenzanoforum.it

La piazza di Gerenzano dal 2002

You are here: Home Storie Gente di Gerenzano Arturo e il suo orto (di città)

Arturo e il suo orto (di città)


E' primavera, gli orti di Gerenzano sono (quasi) tutti in ordine.

Oramai abbiamo seminato pomodori, zucchine, peperoni, carote, insalate di diverso tipo, cetrioli, sedano, prezzemolo, catalogna ed altro.

Mi piace ricordare l'orto dell'Arturo (il mio vicino pensionato), ordinato come un giardino Zen. Tutte le piantine sono perfettamente allineate e rigogliose, nonostante quest'orto sia un fazzoletto di terra di cinque per cinque metri a ridosso di alcuni garage.

Arturo quest'inverno si e' fatto portare un carrettino di letame, lui usa solo concimi organici; ha cosparso il terreno di calcina per tener lontane le lumache, non usa pesticidi.

Due volte al giorno (e' un pensionato, non dimentichiamocelo) va nell'orto, lo rassetta, lo bagna, lo ammira, lo rastrella dolcemente per togliere l'erba improduttiva e per far quattro chiacchiere con l'Orlando e il Lino (altri pensionati).

L'anno scorso ha fatto salsa di pomodoro per un anno intero, quest'anno vorrebbe ripetere la performance.

Gli orti sono il cordone ombelicale che ci lega alla natura. Senza di loro non sapremmo neanche piu' come e' fatta una pianta di pomodori o quanto e' delicata la stagione della semina, la conoscenza delle lune e tutti gli altri accorgimenti per far crescere bene le piante (millenni d'esperienza).

Gli orti ci fanno mangiare dei prodotti ancora genuini non frutto di concimazione chimica derivata dal petrolio. Vi siete accorti che i peperoni o i pomodori coltivati in serra e comperati in negozio non marciscono mai?

Gli orti ci fanno risparmiare e, se siamo accorti, potremmo regalare parte della vostra produzione agli amici o a chi ne ha bisogno.

Perche' di sabato mattina non riservare una piccola parte della piazza del mercato di Gerenzano a chi vuole vendere direttamente i propri prodotti agricoli?

P.A. Gianni       (22 Maggio 2006)