22September2019

gerenzanoforum.it

La piazza di Gerenzano dal 2002

You are here: Home Storie Gente di Gerenzano L'orto di Marzo

L'orto di Marzo

Gerenzano, 18 Marzo 2014 - E' primavera e, dopo il lungo riposo invernale, è tempo di vangare il terreno degli orti per seminare gli ortaggi . 

Il sole, l'acqua, il letame e la cura quotidiana faranno la loro parte dandoci prodotti "sani" e veramete a km zero.

Fino a pochi anni fa la cura dell'orto era una funzione naturale dei nostri contadini. Il cinema ed i pittori lo hanno descritto in modo magistrale. Mi viene in mente "l'albero degli zoccoli" di Ermanno Olmi oppure un dipinto di Teofilo Patini (1842-1906)  Vanga e latte che collega il tema della maternità con la durezza del lavoro agricolo.

I nostri orti sono il filo conduttore con la tradizione,  ma anche un fatto rivoluzionario e moderno. In questi giorni ho vangato il terreno dell'orto mettendoci abbondante letame ricavato riciclando i tagli estivi dell'erba, le foglie e gli scarti di cucina, un bel mucchio di rifiuti sottratti alla raccolta differenziata.  Mi sono consultato con mio fratello per decidere le essenze da seminare. Marzo è il mese ideale per seminare coste, erbette carote, cicorie da taglio, cipolle, lattughe, piselli, prezzemolo, rape, ravanelli, rucola, spinaci, zucchini.
Buon lavoro a tutti quelli che si rimboccano le maniche, mettono le scarpe grosse, vangano il terreno e cercano di produrre ortaggi "biologici", alla faccia della grande distribuzione e delle multinazionali del cibo.

Pier Angelo Gianni