04December2023

gerenzanoforum.it

La piazza di Gerenzano dal 2002

You are here: Home Storie Gente di Gerenzano DON FEDERICO FAGNANI E LE SORELLE SECONDO L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

DON FEDERICO FAGNANI E LE SORELLE SECONDO L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

 

In questi giorni mi sono cimentato con la creazione di immagini per mezzo dell’intelligenza artificiale (AI, Artificial intelligence). O meglio, ho addestrato l’AI a produrre autonomamente immagini sulla base di un input scritto e di tre dipinti del marchese e delle sorelle Maria Emily detta Mie Mie e Antonietta (vedi sopra).

È doveroso fare una piccola premessa: L’ algoritmo di intelligenza artificiale è addestrato– attraverso milioni di immagini presenti in rete e delle relative didascalie – a produrre autonomamente contenuti visivi sulla base di richieste espresse in forma scritta.

Il processo è alquanto semplice: dopo aver ricevuto il tuo input, in pochi secondi, il software di AI produce autonomamente quattro immagini. Queste immagini possono essere variate finché non si è soddisfatti del risultato (è doveroso ricordare che, dopo il primo input, non c’è più nessun intervento umano).

Mi sono divertito a far ringiovanire ed invecchiare i tre nostri personaggi chiedendo che l’Ai mi restituisse le loro immagini a 10, 20 e 50 anni di età.

Il risultato è alquanto sorprendente perché ci mostra il ritratto di tre figure molto diverse rispetto alle immagini di partenza. Mentre don Federico mantiene le sue caratteristiche fisiche sia da ragazzo che da giovane e da adulto cinquantenne, Maria Emily è quella che più viene modificata dall’intelligenza artificiale tanto da restituirci una cinquantenne dal volto vecchio e cadente. Rimane il suo sguardo dolce che non muta nel tempo. Per Antonietta Fagnani il discorso è diverso. Si sa che era una bellissima donna che faceva girar la testa a molti uomini, in particolare al poeta Foscolo, sua amante. L’AI la descrive come una bellissima bambina, una giovane ventenne dai grandi occhi da cerbiatta e dalla corporatura esile e sinuosa. Infine l’AI ci restituisce la figura di una matrona cinquantenne che sa il fatto suo, quasi severa nel suo portamento nobile.

Rimane più di un dubbio: E’ solo un gioco oppure l’AI è una entità che pensa autonomamente proponendoci delle soluzioni che potrebbero essere angoscianti, sorprendenti o verosimili? Fino a che punto incide il nostro input e le nostre intuizioni sul risultato finale? E’ arte? Ai posteri l’ardua sentenza.

Pier Angelo Gianni

 

Federico Fagnani, Maria Emily e Antonietta a 10 anni

 

Federico Fagnani, Maria Emily e Antonietta a 20 anni

 

Federico Fagnani, Maria Emily e Antonietta a 50 anni